Spedizioni dagli artigiani locali
Scopri come funziona

Come riconoscere l'olio extravergine di oliva?

11/06/2021

Come riconoscere l'olio extravergine di oliva?

Fruttato o amaro? Ecco le caratteristiche guida su come riconoscere l’olio extravergine d’oliva

Sai che l’olio extravergine d’oliva è il più potente antiossidante al mondo? Ma solo se non viene mescolato con altri oli oppure rettificato con solventi e additivi da procedimenti industriali.

La frode più usata nel settore è proprio quella di far passare olio extravergine di oliva rettificato chimicamente (in vendita a poco perché realizzato con olive di scarsa qualità o vecchie e riportate a valori standard mediante raffinazione chimica) per l’olio extravergine di oliva vero e naturale.

Tu sei sicuro di consumare quello di alta qualità? Ecco una piccola guida su come riconoscere l’olio extravergine d’oliva siciliano che ti permetterà di fare acquisti sicuri.

Cosa s’intende con “extravergine”?

Con il termine extravergine può essere definito esclusivamente l’olio ottenuto dal frutto dell’olivo, mediante processi meccanici o fisici che non alterino in alcun modo il prodotto, a differenza di altri oli ottenuti da semi (es. girasole, arachide, mais e colza) e prevalentemente estratti con solventi organici.

Perché è così importante riconoscere l’olio extravergine d’oliva (quello buono!)

Olio extravergine oliva siciliano

Il consumo alimentare quotidiano di olio non sicuro, svenduto a prezzi bassi e privo di certificazioni, nel lungo periodo può essere rischioso per la salute: invece di lubrificare vene e arterie, può creare problemi di circolazione, pressione, colesterolo e metabolismo in generale.

Come riconoscere l’olio extra vergine di oliva di alta qualità?

Per imparare a riconoscere il vero olio extra vergine d’oliva e valutarne la qualità è possibile basarsi su tre diversi aspetti:

1. Aspetto visivo

È necessario premettere che la valutazione visiva è la meno affidabile, perché non considera le varie frodi alimentari (ad esempio l’olio può essere fatto con olive vecchie e poi rettificate, addizionato con clorofilla, allungato, colorato e così via). Proprio per questo, nelle degustazioni, ma anche nelle gare per le premiazioni dell'olio EVO, il vetro scuro impedisce all'assaggiatore di vedere il colore dell'olio, per evitare pregiudizi.

Qual è il colore dell’olio extravergine d’oliva di alta qualità?

In ogni caso, per valutare l’olio extravergine di oliva in base al colore, è possibile tenere in considerazione queste indicazioni:

  • Giallino trasparente. Indica scarsa qualità dell'olio, alterazioni, oppure olive raccolte troppo mature o olive portate al frantoio con un ritardo rispetto alla raccolta. In questo caso si parla di parla di olio extravergine di bassa qualità.
  • Verde. Indica che l’olio viene da olive poco mature, quasi acerbe, e viene definito Olio Verdone, dalle eccezionali proprietà nutritive ma con un sapore molto forte e amaro, dovuto all’alto contenuto di polifenoli.
  • Giallo oro brillante. Indica che l’olio extravergine è stato ottenuto dalla spremitura di olive giunte a perfetta maturazione, quindi è di alta qualità, con sentori fruttati e il caratteristico pizzicore al palato, tipico dell’olio extravergine d’oliva pregiato.

Olio extravergine oliva siciliano

Sempre dal punto di vista visivo è possibile valutare il corpo e la densità dell’olio: infatti, deve avere la giusta densità. Se non avesse abbastanza corpo, potrebbe essere vecchio, alterato o allungato; viceversa, se fosse troppo denso potrebbe contenere grassi polinsaturi. Un buon olio deve avere una corposità e un grado di densità medi. Si può fare questa valutazione facendolo scorrere su un cucchiaio e osservandolo contro luce.

2. Aspetto olfattivo

 

 

L’odore è un fattore fondamentale. Ma come deve essere?

Quello dell’olio extravergine d’oliva siciliano, o di altre parti d’Italia, vera e naturale, emana il caratteristico odore di oliva fresca, simile all’odore di erba appena tagliata. Non devi mai sentire l’odore di chiuso (significa che vien da olive in cattivo stato o mal conservate) o nessun odore (vuol dire che è vecchio o contraffatto).

3. Gusto

Il sapore dell’olio extravergine d’oliva deve essere, come accennato prima, leggermente amaro, con un retrogusto fruttato e lievemente piccante. A seconda della maturazione dell’oliva, delle selezioni e blend, dei cultivar, può essere intenso, medio o dolce.

    Dove trovare l’olio extravergine d’oliva siciliano?

    La qualità sensoriale e il grande pregio nutrizionale sono caratteristiche specifiche dell’olio extravergine d’oliva siciliano, con una bassa acidità e dal gusto delicato. Per gustare quello ottenuto dalle selezioni delle migliori cultivar presenti nel territorio della Sicilia, non devi far altro che navigare nello shop online di Bottega Sicana, il primo e-commerce di specialità alimentari siciliane, provenienti dagli artigiani locali, accuratamente selezionati secondo criteri rigidi.

    Anche se vivi a Milano, puoi far arrivare direttamente a casa tua l’olio extravergine Liolà ottenuto da olive di Nocellara del Belice e Moresca, lavorate entro 12 ore dalla raccolta, dal gusto intenso e fruttato.

    Disponibile anche l’olio extravergine Casa Rossa lavorato con il “fast Press System” a spremitura veloce, che assicura il massimo della freschezza.

    Consulta il nostro shop e sarai sicuro di portare in tavola solo il vero olio extravergine d’oliva siciliano.